Romantic wedding ceremony on the lawn Sea view.

La cerimonia civile all’americana

Da qualche anno ha preso piede in Italia la moda di celebrare l’unione in matrimonio “all’americana” ovvero in un luogo non prettamente dedicato e istituzionalizzato per le unioni civili.

Il Comune di Parma mette a disposizione, a pagamento, alcuni luoghi dove è possibile contrarre matrimonio: la palazzina Ex Eridania oggi rinominata” La casa degli sposi” in Viale Barilla, il ridotto del Teatro Regio, la sala del Consiglio Comunale in piazza Garibaldi, la Casa della Musica oltre che la sala matrimoni al Duc.

Se invece volete sposarvi nel parco di una villa o in una sala privata dovete “replicare” la cerimonia utilizzando un cerimoniere e fare una “finta” cerimonia, questo perchè il nostro Comune non si è ancora attrezzato per far sì che si possano celebrare matrimoni fuori dai luoghi designati.

In provincia ci sono alcune eccezioni, come Ronco Campo Canneto, dove è possibile celebrare nel giardino di una corte e Compiano dove il rito è ufficializzato anche nel Castello.

Se quindi volete replicare la cerimonia, dovete ingaggiare un celebrante e scrivere la celebrazione come desiderate,  potete scegliere anche alcuni riti simbolici, come il rito della sabbia: gli sposi versano due tipi di sabbia di colore diverso in un unico vaso, per creare un nuovo colore dedicato alla nuova famiglia che sta nascendo; il rito della luce: accendete insieme una candela con le candele che gli sposi tengono in mano; il rito dei nastri: si usano tre nastri di tre colori differenti per sottolineare l’unione delle due persone.

Chiaramente questi riti non hanno nessun valore legale e la vera unione civile dev’essere celebrata negli uffici del Comune qualche giorno prima o, in alcuni casi, anche dopo il rito “finto” di matrimonio.

Si chiama matrimonio “all’americana” perchè è nata in oltreoceano la moda di celebrare in giardini, parchi, sulle rive di un lago, sulle pendici di un monte innevato, insomma in luoghi incantati non istituzionali.

L’allestimento comporta l’addobbo di uno scenario architettonico (volte, portoni, colonne, porticati) oppure naturale (grandi piante, siepi o rocce naturali nei parchi) o la costruzione di un arco floreale di varie forme e dimensioni da posizionare sul prato o sulla spiaggia per creare una “cornice” all’evento.

Molto importante è scegliere una location che offra la possibilità di allestire la finta cerimonia sia all’aperto che in un luogo chiuso, in caso di maltempo, meglio prevenire!